Flashback: cartolina da Oslo

28 Agosto. Dopo 10 giorni di Svezia, ho deciso di andare ad Oslo.
Gradi: 15
Prezzo di un caffè: 35 corone norvegesi – prezzi folli
Libro letto: Le guide Routard ( “I norvegesi amano la natura, e forse è questa la ragione per cui non sono mai stati particolarmente abili nella gestione delle grandi città”)
Ore a disposizione: 10. Non tante, quindi quello che scrivo in questo articolo sono solo le prime impressioni.

Ingredienti:

-una Guida (libro) e una cartina

-Passaporto

-2 compagni di viaggio curiosi e pronti a raccontarti la loro vita in pullman

-una mascotte (Ipnorospo)

-Cibo che possa nutrirti tutta la giornata. Sul serio. Non si spende niente a Oslo

-Maglioni, ombrelli, giacche a vento. Non è un caso se scrivo tutto al plurale, non fate mai male ad esagerare.

Mescolate tutti gli ingredienti assieme. Guai a voi se li mettete a cuocere. L’impasto si mette direttamente in frigo e avrete la stessa temperatura di Oslo.

Da Göteborg è facilissimo raggiungere la capitale norvegese  e, dopo circa 3 ore (di pullman), spunta il fiordo norvegese su cui sorge Oslo (per cambiare dalle monotone foreste di pini).

img_0510

La città nuova (quella vicino alla stazione) è particolarmente brutta. Ci sono dei palazzoni scuri incoerenti. Ma tra loro si può anche scorgere l’Opera di Oslo che sembra proprio la punta di un iceberg. È un edificio bianchissimo che diventa un tutt’uno con il cielo (bianchissimo anche lui).
IMG_0528.JPG

L’Opera è veramente bellissima, in particolar modo i bagni. Non sto scherzando, dateci un’occhiata, ne vale la pena.

IMG_0530.JPG

Poi si passeggia per la città. La via principale (Karl Johansgate) è da fare e anche la galleria nazionale è simpatica. Il bello è che non è enorme, ci si concentra sui quadri dei pittori norvegesi e ovviamente si va a salutare la famosissima emoticon di Whatsapp…oh scusate volevo dire “L’Urlo” (in Norvegese è carinissimo: “Skrik”, il nome del mio prossimo pesciolino rosso). Di solito è tradizione mettersi vicino al quadro e assumere la stessa espressione di Mr Skrik.

img_0629

Mr Skrik non poteva mancare

Dopo queste visite culturali ci si sente improvvisamente colti dall’ispirazione e viene la voglia di disegnare…i norvegesi hanno pensato anche a questo.

IMG_0597.JPGimg_0619img_0624

Poi con le poche ore rimaste si corre verso il parco di Vageland attraversando il quartiere delle ambasciate o, per meglio dire, il quartiere fantasma. I palazzi sono bellissimi ma non c’è nessuno. Ok è domenica. Ok è agosto (anche se le scuole hanno già ripreso) ma è una città troppo calma per essere una capitale. Forse esagero se dico che è una città senz’anima ma è questa l’impressione che ho avuto (ricordatevi che avevo solo 10 ore per vederla…rimane un giudizio un tantino superficiale). E infine si arriva al parco si Vageland. Impressione: inquietante al massimo. L’erba è di un verde radioattivo ed è un posto pieno di statue di bambini nudi (avevo freddo per loro). C’è la famosissima statua del bambino imbronciato, se gli tieni la mano ti porta fortuna e c’è un obelisco fatto di uomini nudi ammassati l’uno sull’altro.

Non vivrei mai ad Oslo (abbiamo incontrato delle ragazze che fanno un anno di Erasmus lì…aiuto!) ma sono contenta della giornata passata lì. Mi dispiace averla vista così poco!

Advertisements

7 thoughts on “Flashback: cartolina da Oslo

  1. Alla fine di un viaggio says:

    Il tour della Norvegia è uno dei miei grandi sogni “europei”. Però, più di Oslo mi ispirano città come Bergen o Alesund e, soprattutto, l’esplorazione dei fiordi. Immagino la Norvegia come un paese in cui riesci a vedere qualcosa di insolito, un tipo di natura che qui da noi non esiste. Mi piacerebbe fare il giro sul battello postale e arrivare fino Capo Horn. E poi vorrei vedere anche le varie isole… Cavolo, ho già freddo solo a pensarci! 😀

    Liked by 1 person

  2. Blueberry Stories says:

    Nord, freddo, Scandinavia, fiordi, boschi, neve, natura, ordine, per me sono le paroline magiche… Per questo la Norvegia mi ha sempre attirato come una calamita. Vedo tanti bei post dedicati al Nord sul tuo blog, perciò non posso che godermeli! 😍

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s